logo comune

PROFUGHI UCRAINI

Friday, 06 May icona per la stampa della pagina

ADEMPIMENTI A CARICO DI CITTADINI UCRAINI PROVENIENTI DALL’ESTERO

In conseguenza della grave crisi internazionale in atto, la Prefettura di Lecco ha Facebookfornito le seguenti indicazioni in merito alle modalità di ospitalità di cittadini stranieri che dovessero giungere sul territorio provinciale.

I cittadini ucraini non intenzionati a presentare domanda di protezione internazionale (o non ancora intenzionati a farlo) sono tenuti a dichiarare la propria presenza sul territorio nazionale presso la Questura di Lecco (Ufficio Immigrazione, via Leonardo da Vinci 2, Lecco). Resta possibile presentare la domanda di protezione internazionale presso il medesimo ufficio della locale Questura.

Inoltre coloro che ospitino, a qualunque titolo, cittadini stranieri, sono tenuti a effettuare la comunicazione di ospitalità ai sensi dell’art. 7 del D.lgs. 286/1998, entro 48 ore. Tale comunicazione deve essere presentata direttamente all’ufficio protocollo comunale (tel. 039.9529929 – e-mail: protocollo@comune.osnago.lc.it) o inviata via Pec all’indirizzo comune.osnago@legalmail.it.

Il Modulo di segnalazione di ospitalità e la Dichiarazione di presenza sono allegati a questa pagina.

Si ricorda l’importanza, per le persone già arrivate dall’Ucraina, di indicare la propria presenza presso gli uffici della Questura con le modalità sopra indicate. Si segnala inoltre che Ats Brianza ha dato indicazione al centro vaccinale di Lecco (Palataurus, viale Giacomo Brodolini 35) di mettersi a disposizione dei rifugiati, che sono inviatati a intraprendere o completare il ciclo vaccinale anti-Covid, se ancora non l’avessero fatto.

 

AZIONI A SOSTEGNO DELL’EMERGENZA

Per promuovere un’azione di solidarietà coordinata tra i Comuni in tutto il territorio provinciale, sono state individuate le seguenti proposte di sostegno:

1)   Segnalazione disponibilità di strutture alloggiative

I cittadini e i proprietari di strutture ricettive disponibili a offrire un alloggio devono chiamare il numero dedicato istituito dall’Ambito Ats di Merate e lasciare all'operatore telefonico i propri dati e la descrizione dell'immobile, o inviare una mail.

L’immobile deve avere i requisiti di legge di abitabilità ed essere immediatamente disponibile per l’accoglienza.

Recapiti: Ufficio Casa - Ambito Ats Merate, tel. 039.9165965 (lunedì-giovedì ore 8.30-12.30, oppure lasciare un messaggio in segreteria) / mail: ufficiodipiano@retesalute.net

2) Sostegni economici a profughi e famiglie ospitanti dalla Protezione civile nazionale e tramite il Fondo “Lecco ospita l’Ucraina”

Recentemente il dipartimento per la Protezione Civile ha attivato la piattaforma per inoltrare, da parte dei cittadini ucraini, le richieste del contributo di sostentamento.
Il contributo – che ha l’obiettivo di offrire un primo sostegno economico in Italia – è destinato ai cittadini ucraini che hanno presentato domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea presso la Questura e hanno trovato una sistemazione autonoma anche presso parenti, amici o famiglie ospitanti.

Il contributo può essere richiesto per sé, per i propri figli, per i minori di cui si ha tutela legale e viene riconosciuto per un massimo di tre mesi dalla data riportata sulla ricevuta di presentazione della domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea.
Per poter richiedere il contributo i cittadini ucraini devono collegarsi al sito https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it.

È necessario avere il Codice Fiscale (indicato nella ricevuta della domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea), un numero di cellulare e una email.

Per garantire l’accoglienza nel territorio provinciale delle persone in fuga dall'Ucraina, il Distretto Ats di Lecco e Fondazione Comunitaria del Lecchese hanno inoltre attivato il Fondo “Lecco ospita l’Ucraina”.

Le donazioni sono finalizzate a sostenere le spese per l’ospitalità nei comuni della provincia di Lecco, la fornitura di generi di prima necessità (cibo, vestiario, medicinali) e tutti gli interventi necessari per i cittadini ucraini arrivati nei Comuni lecchesi.

Il sostegno può essere fornito a famiglie ospitanti (sotto forma di contributi economici) e alle famiglie ospitate (sotto forma di buoni spesa).

Per chiedere l’erogazione di contributi, rivolgersi all’Ufficio Servizi sociali (tel. 039.9529924, mail servsociali@osnago.net) del Comune di Osnago.

Per donare al Fondo, bonifico bancario intestato a Fondazione comunitaria del Lecchese:

  • presso Intesa Sanpaolo - Iban: IT28 Z030 6909 6061 0000 0003 286
  • presso Banca della Valsassina - Iban: IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306

Causale: Lecco ospita l’Ucraina

 

INDICAZIONI SANITARIE E PER L’INSERIMENTO SCOLASTICO

Con due circolari del 3 e 4 marzo, i competenti ministeri hanno formulato indicazioni per vaccinazioni e cure di cittadini provenienti dall’Ucraina a causa della guerra in corso, e per l’accoglienza scolastica dei minori rifugiati dall’Ucraina.

Negli allegati, una sintesi del contenuto delle due circolari e le indicazioni relative al territorio dell’Ats Brianza e dell’Istituto comprensivo “Bonfanti-Valagussa”.

Sul fronte sanitario, in particolare, si spiega la procedura per il rilascio del codice Stp (Straniero temporaneamente presente), che permette l’accesso all’assistenza sanitaria: gli interessati non verranno contattati da Ats, ma dovranno recarsi in autonomia presso i centri di assistenza sanitaria, oltre che per il rilascio dell’Stp anche per fare tampone Covid, vaccinazioni e visita medica di screening. Peri domiciliati in provincia di Lecco, la struttura di riferimento è l’ospedale “Manzoni” di Lecco.

ALLEGATI

Dichiarazione di presenza
Modulo dichiarazione di ospitalità
Indicazioni per accoglienza in alloggi privati
Locandina disposizioni sanitarie Ats Brianza
Indicazioni di accoglienza scolastica
"Lecco ospita l'Ucraina" - comunicato stampa del 23 marzo 2022
"Lecco ospita l'Ucraina" - comunicato stampa del 31 marzo 2022
"Lecco ospita l'Ucraina" - comunicato stampa del 12 aprile 2022
Benvenuto in Italia - ITA
Benvenuto in Italia - ENG
Benvenuto in Italia - UC
Discorso del sindaco in occasione del 25 aprile 2022
Interventi alla manifestazione del 25 aprile 2022
Privacy - Note legali - Credits